image1 image1 image1

prove invalsi e dotazioni informatiche delle scuole

Le scuole secondarie di I grado si stanno preparando alla ormai prossima prova Invalsi che quest’anno si svolgerà al computer e riguarderà le discipline di Italiano, Matematica e Inglese. Le direttive impartite dal MIUR permettono di svolgere la prova in orari o giorni diversi anche non contigui (all’interno della finestra di somministrazione indicata alle scuole dall’Invalsi), all’interno di una stessa scuola o di una stessa classe. Potrà, inoltre, essere somministrata per classe o per gruppi di alunni della stessa o di diversa classe, a discrezione del Dirigente.

 Il nostro suggerimento è quello di fissare il calendario del test in base alla disponibilità delle postazioni per l’effettuazione delle prove (attenzione anche al numero di cuffie a disposizione per la prova di inglese) e al numero di connessioni contemporanee consentite dalla larghezza di banda della connessione ad Internet.


Per consentire alle scuole di valutare l’idoneità delle dotazioni informatiche allo svolgimento del test il MIUR ha messo a disposizione, fino alla data del 28 febbraio, un’apposita applicazione denominata Diagnostic Tool raggiungibile nell’area riservata della Scuola. Il tool permette di effettuare su ciascuna postazione un test al termine del quale viene attribuito un valore a ciascuno dei seguenti parametri:

1)     Performance della postazione di lavoro

2)     Larghezza di banda

3)     Media ad elevato impiego di banda

4)     Velocità di upload

5)     Sistema operativo e web browser

 

I parametri ai punti 1 e 5 sono relativi alle configurazioni hardware e software delle postazioni utilizzate e possono condurre ad una valutazione negativa nel caso di sistemi troppo vecchi (immaginiamo ci possano essere problemi con postazioni windows XP che non permettono l’aggiornamento dei browser). In base alla nostra esperienza le scuole, a parte qualche raro caso, non avranno grandi difficoltà a individuare un numero congruo di postazioni che soddisfano i punti 1 e 5.

 

Più problematica è la valutazione dei punti 2, 3 e 4 relativi alla qualità della connessione ad Internet che, abbiamo visto, sta mettendo in difficoltà molti istituti scolastici. In particolare i parametri larghezza di banda e velocità di upload sono solitamente soddisfacenti e rilevano che i test possono essere svolti contemporaneamente da un numero sufficiente di postazioni (viene indicato esplicitamente il numero nell’esito finale). La gran parte delle scuole ha invece problemi con il parametro media ad elevato impiego di banda che è significativo per la prova di listening di inglese, che necessita di una riproduzione fluida di messaggi audio, e che spesso dà esito negativo con il conseguente invito a contattare l’amministratore di sistema.

 

La soluzione al problema sarebbe ovviamente quella di potenziare gli accessi ad Internet ma nella sua banalità è spesso inattuabile. Il fatto è che molte località non sono ancora servite dalla larga banda per cui i gestori di accessi ad Internet non possono fornire linee più veloci di quelle già in uso oppure l’adeguamento delle linee non consentirebbe comunque il superamento del test. Le scuole più fortunate hanno invece la possibilità di attivare collegamenti a banda larga ma bisogna accertarsi che la fornitura della nuova linea possa avvenire prima dell’inizio delle prove Invalsi. 

 

In ogni caso il nostro suggerimento è che il giorno dell’effettuazione delle prove invalsi, in particolare quelle di inglese, venga proibito l'uso di internet da qualunque postazione didattica non utilizzata per lo svolgimento della prova.

Via dei Tulipani 7-9 09032 Assemini tel 070271560 - 070278289
2020  Vargiuscuola.it  P. IVA 03679880926  informativa privacy - note legali