Vargiuscuola.it

Questo sito web fa utilizzo di cookies per migliorare l'esperienza di navigazione.

Per fruire del sito è necessario acconsentire o modificare le impostazioni del proprio browser.

Approvo

L 190/2012 (Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione )

Il 28 novembre 2012 è entrata in vigore la legge 6 novembre 2012, n. 190, “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione”, che ha fatto del principio di trasparenza uno degli assi portanti delle politiche di prevenzione della corruzione come poi definito nel successivo d.lgs. 14 marzo 2013, n. 33, recante il “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”.


 


PIANO TRIENNALE ANTICORRUZIONE E RESPONSABILE ANTICORRUZIONE
La normativa imporrebbe a tutte le “Pubbliche Amministrazioni di cui all’art. 1 comma 2 del DLgs. 165/01” (comprese quindi le scuole di ogni ordine e grado):

  • Di nominare un Responsabile della Prevenzione della Corruzione
  • Di adottare entro il 31 gennaio di ogni anno un Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione da inviare al Dipartimento della Funzione Pubblica

Dopo diversi solleciti di chiarimento in una riunione del 29 gennaio 2014 il MIUR ha chiarito la posizione assunta a questo proposito dall’ANAC (Autorità nazionale per l’anti-corruzione) che ha di fatto accolto le contestazioni delle associazioni di categoria dei Dirigenti scolastici. Di fatto le scuole non sono quindi tenute ad adottare un Piano Anticorruzione né il DS può assumere l’incarico di Responsabile della Prevenzione della Corruzione (ruolo che invece compete dal dirigente dell’Ambito territoriale).

Articoli Vargiuscuola
Relazione anticorruzione entro il 31 gennaio ma non per le scuole
Piano Anticorruzione non per le scuole



 


COMUNICAZIONE AD AVCP

l’art. 1, comma 16, lettera b) dispone che le pubbliche amministrazioni assicurino livelli essenziali di trasparenza con riferimento ai procedimenti di scelta del contraente per l’affidamento di lavori, forniture e servizi. Le stazioni appaltanti hanno quindi l’obbligo di mettere a disposizione di AVCP, in un specifico formato XML (trovate tutti i requisiti qui) una serie di informazioni relative ai contratti per acquisizione di lavori, servizi e forniture.

Le scuole quindi:

  1. Devono produrre nel mese di gennaio un file in formato XML relativo agli acquisti di beni e servizi avvenuti nell’anno solare appena terminato. Le scuole che utilizzano bilancio SIDI possono utilizzare la specifica funzionalità allo scopo implementata.
  2. Entro la data del 31 gennaio devono trasmettere all’AVCP mediante PEC (indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.) l’apposito modulo PDF attestante l’avvenuto adempimento


L’AVCP ha il compito di trasmettere alla Corte dei Conti, entro il 30 aprile di ciascun anno, l’elenco delle amministrazioni che hanno omesso di trasmettere e pubblicare, in tutto o in parte, le informazioni richieste dalla normativa. La Corte dei Conti procederà quindi contro le amministrazioni inadempienti secondo quanto previsto dall’Art. 1 c. 33 della L. 190/2012

Articoli su Vargiuscuola
Guida produzione file XML in SIDI Bilancio 
Scadenza 31-01-2014 per comunicazione ad AVCP
FAQ AVCP per adempimenti art. C. 32 L 190/2012


Modulistica
Dichiarazione adempimento Legge 190/2012: Modulo per la dichiarazione di adempimento agli obblighi di pubblicazione dei dati ai sensi dell’art. 1 comma 32 Legge 190/2012 conforme alle disposizioni di cui alla Deliberazione n. 26 del 22 maggio 2013 e al Comunicato del Presidente dell’Autorità del 27 maggio 2013 (sito AVCP)


Altre Notizie

Accesso