Vargiuscuola.it

Questo sito web fa utilizzo di cookies per migliorare l'esperienza di navigazione.

Per fruire del sito è necessario acconsentire o modificare le impostazioni del proprio browser.

Approvo

La confusione sugli adempimenti di fine anno

Parlando in questi giorni con numerosi dirigenti scolastici ci siamo resi conto che c’è ancora molta confusione sugli adempimenti di fine anno da noi segnalati a proposito di  attuazione del D.Lgs 179/16 e di sicurezza informatica che può indurre a gravi errori. Come abbiamo già detto in diverse occasioni al 31 dicembre di quest’anno scadono DUE importanti adempimenti:
- Il D.Lgs. n.179/2016 (Nuovo CAD) all’art.15 modifica l’art.17 del d.lgs. n.82/2005 ed impone a tutte le pubbliche amministrazioni la nomina entro il 31 dicembre 2017 del Responsabile della transizione digitale con la funzione di garantire gli adempimenti della digitalizzazione dell’amministrazione.
- Con la circolare 2/2017 del 18/04/2017 AGID ha definito le misure minime di sicurezza ICT che tutte le pubbliche amministrazioni devono adottare al fine di contrastare le minacce più comuni e frequenti cui sono soggetti i loro sistemi informativi. Tali misure, specificate in modo puntuale in apposite linee guida, devono essere dichiarate in un documento a data certa entro il 31/12/2017.

 

A proposito del primo adempimento è intervenuta una nota dell’Associazione Nazionale Presidi che in relazione alla scadenza del 31 dicembre 2017 per la nomina del responsabile della transizione digitale informava i propri associati di aver inoltrato ad AGID un quesito in merito alla sua applicabilità al contesto scolastico invitando i DS ad attendere una risposta. Le osservazioni di ANP, che immaginiamo non si spingano a mettere in dubbio l’applicabilità del CAD alle scuole, sono assolutamente fondate là dove contestano il fatto che debba essere il DS ad assumere il ruolo di Responsabile della transizione digitale. Della incongruenza è sicuramente consapevole anche il legislatore che a breve dovrebbe provvedere con un decreto correttivo che prevede la possibilità di nominare un Responsabile in forma associata per più enti. In prospettiva riteniamo quindi che si riproporrà per il responsabile digitale lo stesso schema che ha condotto ad individuare nel direttore dell’USR il Responsabile della prevenzione della corruzione per tutte le scuole dello stesso territorio regionale. In sintesi se è certo che anche le amministrazioni scolastiche debbano avere il loro Responsabile della transizione digitale al momento non è chiaro chi debba assumere questo incarico (e qui anche il MIUR dovrebbe dire la sua).

 

Passando al secondo adempimento previsto dalla circolare AGID, entro il 31 dicembre anche le scuole devono adottare misure di sicurezza al fine di contrastare le minacce più comuni e frequenti cui sono soggetti i loro sistemi informativi e dichiararle in un documento a data certa entro il 31/12/2017. Proprio la data certa rende questo adempimento più subdolo perché non rinviabile in alcun modo ed è questo l'adempimento che molte scuole stanno trascurando equivocando sulla nota della ANP.

 

Per richiesta di informazioni e chiarimenti
Dott. Ing. Antonio Vargiu (cell. 3336477109)
Sede: tel 070271526 - 070271560
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Accesso