Vargiuscuola.it

Questo sito web fa utilizzo di cookies per migliorare l'esperienza di navigazione.

Per fruire del sito è necessario acconsentire o modificare le impostazioni del proprio browser.

Approvo

Gare PON e Nuovo Codice degli Appalti

E’ stato pubblicato lo scorso 19 aprile il Nuovo Codice dei Contratti Pubblici (decreto legislativo 50/2016). Il fatto ha grande rilievo per le scuole impegnate nelle procedure di acquisizione relative ai progetti PON che non avessero avviato una RDO prima di tale data.

 

Il nuovo codice è un documento di poco più di duecento articoli sicuramente più snello della vecchia normativa che tra codice e regolamento di attuazione (Dlgs 163/2006 e Dpr 207/2010) di articoli ne aveva quasi 620. Adesso, invece, non ci sarà un regolamento di attuazione ma verranno elaborate linee guida più flessibili dall'Autorità Anticorruzione (già avviata una consultazione on line che scadrà il prossimo 16 maggio).

 

In questo momento la normativa è quindi incompleta e molte sono le cose indeterminate ma alle scuole che sono impegnate nelle procedure relative ai finanziamenti PON suggeriamo di usare i modelli già messi a disposizione dal MIUR che riportiamo in allegato nel presente articolo (in realtà il MIUR ha pubblicato i documenti in formato pdf ma noi abbiamo provveduto a convertili in formato doc). Tale documentazione, pubblicata diversi mesi fa, contiene i riferimenti alla vecchia normativa (Dlgs 163/2006 e Dpr 207/2010) che dovranno essere sostituiti, a cura della scuola, da quelli relativi al DL 50/2016 (a quando nuovi modelli da parte del MIUR?).

 

Senza volere (né potere) entrare nei particolari del nuovo codice ricordiamo che gli articoli che, fra gli altri, potranno essere citati nei documenti sono:
Contratti sotto soglia: art. 36
Criterio di aggiudicazione dell’appalto: art. 95
Ruolo e funzioni del responsabile unico del procedimento: art. 31

 

E’ il caso di mettere in evidenza che nel nuovo Codice degli appalti il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa diventa quello preferenziale nella scelta del contraente mentre può (e non deve) essere utilizzato, per le forniture sotto soglia, il criterio del prezzo più basso soltanto nei seguenti casi:
- i servizi e le forniture con caratteristiche standardizzate o le cui condizioni sono definite dal mercato;
- i servizi e le forniture caratterizzati da elevata ripetitività, fatta eccezione per quelli di notevole contenuto tecnologico o che hanno un carattere innovativo.

Le stazioni appaltanti che intendono procedere all’aggiudicazione utilizzando il criterio del minor prezzo, ai sensi dell’art. 95, comma 5, devono dare adeguata motivazione della scelta effettuata ed esplicitare nel bando il criterio utilizzato (vedere anche consultazione ANAC in corso).

 

Rilevato che nessuno dei casi citati è pertinente alle forniture per l'attuazione dei progetti PON trovano conferma anche nel nuovo codice le nostre considerazioni in un articolo del primo marzo relativamente al criterio di aggiudicazione delle gare PON LAN/WAN. Le occasioni in cui è possibile procedere con il criterio del prezzo più basso sono invece a nostro parere più numerose nei progetti PON Ambienti Multimediali. Da valutare anche l'opportunità della suddivisione in lotti in determinate situazioni.

 

Consulenza ed assistenza in materia è garantita alle scuole in cui svolgiamo il ruolo di amministratori di sistema e a quelle con contratto VargiuScuola GOLD

 

Se vuoi mantenerti aggiornato iscriviti alla nostra mailing list GRATUITA:

 

 

 

 

Articoli correlati:

convenzione CONSIP e gare PON LAN-WAN

ancora convenzione consip e gare PON LAN-WAN

procedure di gara progetti PON

la progettazione nei finanziamenti PON LAN/WAN

procedure affidamento incarichi progetti PON


Accesso