Vargiuscuola.it

Questo sito web fa utilizzo di cookies per migliorare l'esperienza di navigazione.

Per fruire del sito è necessario acconsentire o modificare le impostazioni del proprio browser.

Approvo

La progettazione nei finanziamenti PON LAN/WAN

Dopo aver illustrato in altro articolo le procedure per l’affidamento degli incarichi relativi ai finanziamenti PON per l’ampliamento e la realizzazione di nuove reti LAN/WAN analizziamo di seguito le attività che devono essere svolte dal progettista.

 

La prima cosa da chiarire è che non è richiesto che tale figura formalizzi un vero e proprio progetto ma piuttosto che, partendo dalle esigenze e dagli obiettivi fissati dalla scuola in occasione della richiesta di finanziamento, definisca le opere da realizzare ed i beni ed i servizi da acquisire. Tutto ciò deve essere specificato in modo chiaro in un capitolato tecnico che dovrà essere pubblicato assieme al bando di gara in cui vengono definiti i criteri di valutazione.

 

Ampliamento delle reti

La prima cosa che il progettista deve valutare è la effettiva copertura di rete e quella che si vuole conseguire in seguito agli eventuali interventi di ampliamento. In questa fase può essere utile procurarsi le piantine degli edifici coinvolti, riportare in esse la collocazione di rack, punti di rete, access point, etc. e ragionare sugli adattamenti necessari per portare la rete a tutti gli ambienti desiderati.

 

Messa in efficienza

Oltre a valutare gli interventi di ampliamento necessari sarà bene che il progettista consideri la necessità di interventi di adeguamento e messa in efficienza di impianti inefficienti e mal funzionanti. L’esperienza ci insegna che esistono nelle scuole cablaggi che derivano dalla stratificazione nel tempo di reti, cablate e non cablate, provenienti da progetti e finanziamenti diversi e che conducono a impianti inefficienti e di difficile gestione. Il progettista dovrà allora prevedere l'integrazione di reti diverse e la razionalizzazione, ad esempio, degli accessi ad Internet mediante il loro concentramento in un solo punto per permetterne l'accorpamento e la gestione da parte di un dispositivo quale quallo presentato al punto successivo.

Nell’ottica di migliorare l’efficienza e le prestazioni degli impianti preesistenti il progettista potrà anche valutare l’opportunità di sostituire apparati attivi ormai datati e a rischio di guasto con nuovi apparti con caratteristiche avanzate (porte gigabit, apparati gestibili, VLAN, POE, etc.).

 

La gestione delle reti, dei servizi e degli utenti

Una volta che si può contare su una rete efficiente ed affidabile si possono affrontare le spinose problematiche legate alla gestione della sicurezza, degli accessi ad Internet, degli utenti e dei servizi di rete. Se il budget a disposizione lo consente le scuole possono quindi dotarsi di strumenti che consentono:

- La gestione avanzata delle linee di accesso ad Internet (Bandwith Managment, Load Balancing, Failover, VPN, etc.)

- Il filtraggio dei contenuti per impedire l'accesso a siti inadatti ad una finalità didattica o di lavoro in base ad un’analisi dei contenuti o all’appartenenza ad una lista di indirizzi vietati (black list)

-  Di consentire o vietare l'accesso ad Internet in base all'utente, al PC, all'ora, al sito richiesto

-  Di monitorare l'uso di Internet con l'archiviazione in un file, detto di log, di informazioni quali sito acceduto, ora, utente, etc.

-          Di bloccare lo scaricamento di file infetti da virus

-  Di velocizzare l'accesso alle pagine web grazie alla memoria cache del proxy

 

Per ulteriori informazioni vedere il nostro sistema di protezione firewall in ambiente Linux

 

Piattaforma per la gestione dei contenuti didattici multimediali

Una volta che una scuola si è dotata di una rete estesa a tutti gli ambienti dell'edificio scolastico è importante che gli utenti possano accedere in modo semplice e veloce al materiale multimediale necessario per lo svolgimento delle attività didattiche (si pensi ad esempio all’uso delle postazioni LIM).

Il problema è che le linee normalmente a disposizione negli istituti scolastici non offrono le velocità di trasferimento necessarie per garantire la navigazione agevole da parte di un numero elevato di utenti, soprattutto quando questi riproducono in streaming materiale audio/video.

Per risolvere il problema abbiamo sviluppato una piattaforma in ambiente Linux che permette la raccolta e la gestione del materiale didattico multimediale da utilizzare in classe o nei laboratori. Questo approccio permette:

- Di semplificare l’accesso al materiale catalogato per materia, classe ed argomento

- Un maggiore controllo del materiale utilizzato con la possibilità di selezionare quello ritenuto più valido

- Una riproduzione del materiale audio video in streaming grazie alla velocità della rete locale e senza utilizzare la limitata banda della connessione ad Internet

- L’uso delle risorse didattiche anche in assenza di connessione ad Internet

 

Per ulteriori informazioni vedere la nostra piattaforma di gestione del materiale didattico multimediale

  

Sistema di backup automatico

Nelle segreterie scolastiche è molto sentito il problema delle copie di backup dei documenti trattati. Nella prospettiva di una pubblica amministrazione completamente digitalizzata e sburocratizzata in cui il documento elettronico sostituisce quello in formato cartaceo non è infatti pensabile che un evento imprevisto possa comportare la perdita di alcun documento od informazione.

E’ allora necessario dotare le segreterie scolastiche di sistemi che consentono di effettuare quotidianamente ed in modo automatico le copie di backup da tutti i PC indicati.

 

Per ulteriori informazioni vedere il nostro sistema di backup automatizzato

 

Rimaniamo a disposizioni per approfondire le tematiche sopra esposte e siamo pronti ad assistere le scuole impegnate nella progettazione con specifici sopralluoghi.


Accesso