Vargiuscuola.it

Questo sito web fa utilizzo di cookies per migliorare l'esperienza di navigazione.

Per fruire del sito è necessario acconsentire o modificare le impostazioni del proprio browser.

Approvo

progetto Semidas della Regione Sardegna

Con l’inizio del prossimo anno scolastico molti istituti scolastici sardi avranno a disposizioni le dotazioni previste dal progetto scuola digitale della RAS (progetto Semidas) ed entro l’anno anche tutte le altre scuole dovrebbero completare le forniture. Queste dotazioni sono fondamentali per permettere una massiccia introduzione delle nuove tecnologie nella didattica, consentire la sostituzione dei registri cartacei con quelli elettronici, agevolare la comunicazione con le famiglie. In questo articolo cercheremo di fare chiarezza su ciò che il progetto Semidas mette a disposizione delle scuole, su ciò che manca per completare l’infrastruttura, sui problemi relativi alla sicurezza informatica e al controllo di ciò che fanno gli utenti in rete, sui possibili impieghi delle nuove dotazioni.

 Cosa fornisce il progetto semidas

Il progetto Semidas prevede di dotare ciascuna sede degli istituti scolastici sardi di:

  • Una rete cablata con una coppia di punti di rete per ciascun aula
  • Una rete wireless estesa a tutti i locali degli edifici scolastici
  • Una LIM con PC/notebook per ogni aula

Di norma i PC delle LIM saranno collegati ai punti della rete cablata. La rete wireless è invece stata pensata per dare connettività di rete ad eventuali tablet o netbook, la cui fornitura all’interno del progetto è al momento sospesa. Per quanto riguarda la rete cablata c’è da dire che questa è estesa alle aule indicate a suo tempo dall’istituto scolastico. Può capitare talvolta che parte delle aule sia già coperta da una rete cablata che unisce anche qualche laboratorio informatico dell’istituto. In tal caso la scuola dovrà provvedere ad operare il collegamento degli armadi dati (rack) del vecchio impianto con quelli del progetto Semidas.

Accesso ad Internet
Nel progetto Semidas non è prevista la fornitura della linea ADSL per l’accesso ad Internet. Ciò significa che gli istituti scolastici dovranno accertarsi che ciascuna sede sia dotata di almeno una linea ADSL ed eventualmente provvedere alla stipula di nuovi contratti nel caso in cui ritenessero necessario collegare le LIM ad Internet. In ogni caso ogni istituto scolastico dovrà provvedere al collegamento dell’impianto Semidas con la linea ADSL. Tale collegamento può essere banale, nel caso in cui il router ADSL sia posto nelle immediate vicinanze del rack Semidas, o più impegnativo per distanze maggiori. Discorso a parte merita la sede centrale dove ci sono gli uffici di segreteria ed in cui c’è già la linea ADSL utilizzata a fini amministrativi. E’ possibile utilizzare tale linea ADSL per consentire l’accesso ad Internet dalle aule e dai laboratori? da un punto di vista tecnico sicuramente si, ma raccomandiamo estrema cautela nell’effettuare tale operazione per i seguenti motivi:

  1. Sicurezza informatica: il modo più semplice e comune di condividere un unico accesso ad Internet è quello di creare un'unica rete locale. Ciò significa che i PC degli uffici amministrativi e quelli delle aule, dei laboratori e di eventuali dispositivi mobili si trovano su una stessa rete fisica con conseguenti problemi di sicurezza. Vedremo più avanti come un firewall possa risolvere il problema.
  2. Prestazioni: la condivisione di un unico accesso ad Internet comporta anche la condivisione della banda a disposizione. In termini pratici ciò significa che se viene fatto un uso intenso di Internet da parte dei PC dei laboratori o dalle classi (basta lo scaricamento di file di grandi dimensioni o l’accesso a materiale audio/video da parte di un paio di PC) il personale amministrativo potrebbe trovare l’accesso ad Internet eccessivamente lento.


Il Firewall per garantire la sicurezza
La soluzione al primo problema si può ottenere senz’altro mediante un sistema di protezione firewall. Questo è un dispositivo che si interpone fisicamente fra la linea ADSL e la rete locale in modo che nessun traffico di rete possa attraversarlo se non esplicitamente consentito dalla politica di sicurezza adottata. Il sistema Firewall permette inoltre di separare la rete di segreteria da quella destinata alla didattica impedendo ogni accesso ai dati trattati dall’amministrazione proveniente non solo dall’esterno ma anche dai PC posti nelle aule, nei laboratori o da qualunque dispositivo mobile collegato alla rete wireless.

Il sistema firewall fornisce ulteriori servizi molto importanti che ne consigliano l’adozione anche nelle sedi dove ci sono solo PC destinati alla didattica:

  • filtraggio dei contenuti web con interdizione dell’accesso a siti inadatti ad una finalità didattica o di lavoro appartenenti ad una lista di indirizzi vietati
  • Monitoraggio dell’uso di Internet con l’archiviazione in un file di informazioni quali sito acceduto, ora, utente, etc.
  • Possibilità di consentire o vietare l’accesso ad Internet in base all’utente, al PC, all’ora, al sito richiesto.
  • analisi dei contenuti FTP, WEB ed E_MAIL per individuare ed impedire l'ingresso alla rete locale da parte di file infetti da virus
  • analisi dei contenuti per la rimozione dei banner dalle pagine WEB che appesantiscono la navigazione WEB
  • Memoria cache per velocizzare l’accesso alle pagine web
  • Proxy http ed FTP

Le prestazioni della linea ADSL

Obiettivo del progetto Semidas è quello di promuovere l’uso delle nuove tecnologie nella quotidiana attività didattica degli istituti scolastici. La presenza in aula di PC collegati a LIM permetterà infatti un uso sempre più intenso di Internet con la possibilità da parte dei docenti di scaricare materiale didattico, presentazioni, filmati, materiale audio/video,etc. Il problema è che molto di questo materiale richiede molta banda per cui difficilmente saranno adeguati i contratti ADSL da poche decine di euro che si fanno per le utenze domestiche ma le scuole dovranno valutare l’acquisizione di linee ADSL con caratteristiche tecniche superiori e, purtroppo, più costose. Per questo motivo si sconsiglia vivamente di collegare i PC destinati alla didattica alla linea ADSL della segreteria, a meno di non usare un sistema firewall che permetta di gestire la banda e riservare alcune risorse alla segreteria. Altra soluzione sviluppata dalla nostra società è quella di realizzare un server locale da cui i docenti possano attingere le risorse richieste senza doverle scaricare da Internet con vantaggi in termini di:

  • Velocità: la rete locale è molto più veloce di Internet
  • Facilità di reperimento del materiale: è sul server e non deve essere cercato in Internet
  • Risparmio della banda: il materiale non essendo scaricato da Internet non occupa della banda che può essere utilizzata per altri impieghi
  • Maggiore controllo delle fonti: l’istituto scolastico può valutare la grande quantità di materiale presente in internet e selezionare il più valido
  • Messa a disposizione del materiale didattico già acquistato dalla scuola: sul server è possibile riversare videocassette, DVD ed altro materiale audio/video acquisito nel tempo dall’istituto e che oggi, chiuso in un armadio, è di difficile utilizzo.

Conclusioni
Con il Decreto Legge 95 del 6 luglio 2012 (Spending Review) è prevista per gli istituti scolastici l’adozione dei registri elettronici. Questo decreto, che sarebbe rimasto largamente inapplicato considerando le dotazioni tecnologiche di molti istituti scolastici, può oggi essere attuato proprio grazie alle dotazioni del progetto Semidas. Invitiamo quindi gli istituti scolastici, in particolare quelli che vogliono partire subito con l’adozione dei registri elettronici, a ragionare sulle problematiche illustrate in questo articolo in modo da programmare tutti gli interventi di adeguamento necessari. Si rimanda alla soluzione firewall scuola studiata dalla nostra società appositamente per gli istituti scolastici.


Rimaniamo a disposizione per qualunque chiarimento e per valutare ogni situazione specifica vogliate sottoporci.

 


Accesso